free pokerfree poker

Le Reginette al Ballo delle Debuttanti vs. The Losers in the Appearances Garden

PDF Stampa E-mail
Pensieri e parole
Scritto da Alessandro   
Mercoledì 08 Febbraio 2017 16:14


Le Reginette al Ballo delle Debuttanti vs. The Losers in the Appearances Garden


Inizialmente l’articolo era nato con il titolo “Le comari” ma vedendo che cresceva portandomi in una direzione inconcludente e fondamentalmente sbagliata l’ho cancellato. Avevo sotto gli occhi un tema ben più importante e non gli avevo ancora dato la giusta importanza.

...


Ormai la giornata era andata, un cielo basso e scuro, minacciava di piovere da un momento all’altro, avrei continuato a lavorare al computer tutta la giornata, ma X4N4X^21 voleva scalare. Mi ha mandato un messaggio all’ultimo momento, ho sentito <3_anonima94 e rocco#la_giustizia e, un po’ a sorpresa, nel pomeriggio siamo andati tutti e quattro a fare blocchi al Fungo Magico. Sono quasi certo che X4N4X^21 avrebbe preferito scalare, ma credo che alla fine della giornata si sia ricreduta…


Le Reginette al Ballo delle Debuttanti vs. The Losers in the Appearances Garden

Figura 1. anonima_94 dà lezioni a tutti prima di incriccarsi e rocco#la_giustizia mi spiega i passi del blocco (non è ancora caduto sul 5B). Foto di rocco#la_giustizia e anonima_94.



Il boulder è così differente dall’arrampicata: in qualche modo tutti partiamo alla pari, un confronto equo dove anche il più bravo può cadere dove riesce il meno preparato. I tentavi ripetuti e le continue ripetute cadute, le improbabili tecniche utilizzate, gli sfottò e le sfide rendono questa specialità universale, divertente, essenziale, in una parola: semplice.




...



Identikit:

X4N4X^21, un sorriso e due occhi che ti ci perdi…

<3_anonima94, un talento eguagliato solo dalle sue paure e un cuore che pochi vedono…

rocco#la_giustizia, non deve dimostrare niente a nessuno e la stima di cui gode ne è la dimostrazione, lui crede in tutti, una caratteristica che non molti possiedono…

Rab, di me nulla da dire, ho avuto un flirt segreto con Mary Poppins per cui sono praticamente perfetto.


Scene improbabili: lei con le scarpe bucate continuava a lanciare con il piede sopra la testa, l’altra che si nascondeva per il torcicollo continuando a fare le piroette per poterti guardare e lui, che si tiene tanto da volerlo tirare giù, ma quando è caduto dal 5B ho ringraziato il cielo. Devo riconoscere che grazie alla sua passione tutti abbiamo portato a casa qualcosa, anche X4N4X^21 che è riuscita a “rinascere” sotto le prime gocce di pioggia.


A proposito, Albe ricordi quel blocco che l’anno scorso stavi per chiudere e io no, quello al Fungo Magico che ti era piaciuto moltissimo, praticamente il tuo blocco? Te l’ho stampato! Easy… quando torni ti faccio vedere io come si fa… Man! Eh… ci/mi manchi.


...


Mi sono divertito un mondo in loro compagnia, forse perché del tutto inaspettato. E forse è proprio così: le cose più belle accadono quando meno te le aspetti, quando non programmi nulla, quando ti chiedono <<andiamo?>> e tu rispondi <<Si>>.

In fondo potrebbe essere un buon modo di procedere, ma esiste un limite: non puoi far tutto ed essere ovunque con chiunque, dovrai fare delle scelte che purtroppo non tutti capiranno. Alla fine rimarranno solo le amicizie più sincere, va bene così, basta saperlo.


...


A questo punto l’articolo proseguiva con una storiella che avevo letto in un libro per bambini, intitolata “Le comari” e tratta da “Le fiabe anacronistiche di Michela la Parrucchiera”. La riporto a vostro beneficio.


C’era una volta… anzi, verrà un giorno in cui una giovane scalatrice, forse non bellissima, decisamente scarsuccia e con un terribile terrore di volare, si innamorerà del suo esatto contrario ma bloccata dalle sue paure aspetterà. Una sera lui la guarderà e la vedrà per la prima volta, il suo cuore perderà un battito ma ancora non capirà. Vi chiederete che attinenza abbia il titolo dell’articolo con la storiella? Ebbene, siate certi che le comari sapranno tutto ancor prima che gli eventi si svolgano, trameranno e sveleranno segreti perché alla fine io possa scrivere: “e tutti vissero felici e contenti”.


Inizialmente, trascinato degli eventi, scorgevo il solo lato romantico della storia. Tuttavia, fatti accaduti successivamente, hanno cambiato il mio punto di vista e da questa nuova prospettiva ho dovuto rivedere le mie idee.  Se è giusta l’interpretazione che ho fatto del racconto credo che Michela si sbagliasse o, perlomeno, la pensiamo in maniera differente.


Troppe parole ingannano, la verità è insita nella semplicità, nessun artificio.

Ho sempre vissuto così e continuerò a farlo insieme a quei pochi amici che mi vedono per ciò che sono.


...


A chi non c’è più e a chi soffre…

A chi nasce e a chi ama…


...

Rub


Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 08 Febbraio 2017 22:53 )
 
free pokerfree poker
Ballakanò & KingKongiu 2004All right Reserved