free pokerfree poker

Domusnovas - Ultima Catastrofe (Il Pollaio)

Scritto da Alessandro   
Mercoledì 28 Settembre 2016 16:00


Aggiornato il 17/10/2016 20:47


Ultima Catastrofe è una piccola falesia situata all'interno del Parco del Linas – Marganai.

Per raggiungere la parete, da Domusnovas, si deve percorrere la strada asfaltata che conduce all'ingresso Nord della Grotta di San Giovanni, verso le falesie di Sherwood e Ruota del Tempo.  Seguendo le indicazioni per la grotta, in corrispondenza di un piccolo ponticello (50 metri prima del parcheggio di Sherwood) si svolta subito a destra imboccando una sterrata forestale in corrispondenza delle indicazioni per la Foresta Demaniale del Marganai. La si Percorre per 700 metri fino ad arrivare ad una evidente vecchia cava di calcare sulla destra, la parete è ben visibile tra i lecci alla vostra sinistra.


Domusnovas - Ultima Catastrofe (Il Pollaio)

Domusnovas - Ultima Catastrofe (Il Pollaio)


Le prime sei vie della falesia furono chiodate diversi anni fa da Fabrizio Locca e Daniele Mei. Tra la fine del 2012 e l’estate del 2013 Andrea Puddu, Stefano Fanari e Gianmario Mereu, sponsorizzati dalla Cooperativa E. Leclerc, si sono occupati del restyling della falesia: la parete è stata pulita, sono state riviste le linee esistenti, sostituite tutte le soste oramai vecchie e pericolose e sono state aggiunte cinque vie.


Attualmente sono presenti 11 vie con difficoltà comprese tra il 5A ed il 6A+


  • 1. ...In braccio! - 5a - 10 m
  • 2. Mister Fagiolo - 5a - 10 m
  • 3. Onda Anomala - 5c+ - 8 m
  • 4. Bongo - 5c - 15 m
  • 5. Mumusu e Piantaspit - 6a+ - 15 m
  • 6. Mini Cooper - 6a (6a+) - 15 m
  • 7. Soffiantini - 6a+ - 13 m
  • 8. Mister Bean - 6a - 13 m (*)
  • 9. Caronte - 6a - 13m
  • 10. Caligola - 5c - 15 m
  • 11. Minosse - 5c - 10 m


(*) E' stata segnalata la caduta di alcune pietre che rimangono poco al di sotto della sosta di Mister Bean, per cui prestate la massima attenzione sia scalando che facendo sicura.



La parete è un muro leggermente appoggiato di calcare grigio con prese sempre buone. Le tre vie centrali più alte si caratterizzano per la parte finale di calcare giallo-rosso un poco strapiombante ma con prese ottime.

Le vie sono chiodate con fittoni sufficientemente ravvicinati tra loro e le soste sono realizzate con catene e maglie rapide.

La falesia rimane in ombra tutto il giorno perché coperta dal bosco che la racchiude, anche durante l’estate, e dista circa 50 metri dall’parcheggio delle automobili.

Personalmente ritengo che la falesia “Ultima Catastrofe” sia una piacevole e più fresca alternativa alle più note scuole di avvio all’arrampicata (vedi l’Isola degli Amici e Puerto Escondido). Si ha la possibilità di divertirsi sui gradi più facili e imparare su quelli più impegnativi che non risultano mai banali.

Quasi tutte le informazioni raccolte sono state riprese da una mini guida realizzata dai ragazzi che si sono occupati del restyling della falesia e che qui colgo l’occasione per ringraziare, il link è riportato a fine articolo. Un grazie anche all’amico Paolo che durante una corsa ha ritrovato questa falesia e mi ci ha portato.


27 Giugno 2016


[1]. http://www.verticalsulcis.it/Outdoor/Climbing/RESTYLING_ULTIMA_CATASTROFE.pdf


 Domusnovas - Ultima Catastrofe (Il Pollaio) - Strada di accesso

Domusnovas - Ultima Catastrofe (Il Pollaio) - Strada di accesso alla falesia.


Ultimo aggiornamento ( Giovedì 12 Gennaio 2017 13:13 )
 
free pokerfree poker
Ballakanò & KingKongiu 2004All right Reserved